Vai al contenuto

Circolazione delle gambe: quali sono i migliori integratori?

Circolazione delle gambe: quali sono i migliori integratori?

La circolazione delle gambe svolge un ruolo cruciale nella salute generale del nostro corpo. Quando la circolazione sanguigna è compromessa, possono verificarsi una serie di problemi, tra cui gonfiore, pesantezza e crampi. Gli integratori per la circolazione delle gambe possono aiutare a migliorare il flusso sanguigno e alleviare i sintomi associati.

Cosa si intende per cattiva circolazione delle gambe

Per cattiva circolazione si intende una serie di disturbi a carico del sistema circolatorio, che possono riguardare sia la circolazione arteriosa che quella venosa, e sono dovuti alla riduzione dell’afflusso di sangue per il restringimento o l’ostruzione di vene e arterie. In un sistema circolatorio sano, il sangue viene pompato dal cuore attraverso le arterie per raggiungere tutte le parti del corpo e quindi ritorna al cuore attraverso le vene.

Anche nella cattiva circolazione delle gambe, il flusso sanguigno nelle vene delle gambe può essere rallentato o ostacolato. Ciò può essere causato da diversi fattori, tra cui:

  1. Insufficienza venosa: le valvole all’interno delle vene delle gambe potrebbero non funzionare correttamente, causando un accumulo di sangue nelle vene e una diminuzione del ritorno venoso al cuore.
  2. Trombosi venosa profonda: si verifica quando si forma un coagulo di sangue in una vena profonda delle gambe, ostacolando il flusso sanguigno.
  3. Problemi arteriosi: l’aterosclerosi, la formazione di placche nelle arterie, può limitare il flusso sanguigno alle gambe.
Integratori per la circolazione delle gambe: si assumono sempre sotto consiglio medico

Sintomi di scarsa circolazione delle gambe

La scarsa circolazione delle gambe può manifestarsi con una serie di sintomi. Tra i segnali più comuni ci sono il gonfiore alle gambe e alle caviglie, la sensazione di pesantezza o affaticamento, i crampi muscolari e i formicolii. Alcune persone possono sperimentare anche varici, vene varicose o ulcere venose. Entrando più nello specifico, i sintomi della cattiva circolazione delle gambe possono includere:

  1. Dolore o pesantezza alle gambe, specialmente dopo aver camminato o essere rimasti in piedi per lunghi periodi.
  2. Gonfiore delle gambe e delle caviglie.
  3. Crampi muscolari alle gambe.
  4. Sensazione di bruciore o prurito alle gambe.
  5. Ulcere o piaghe che guariscono lentamente nelle gambe.

La cattiva circolazione delle gambe può essere gestita o trattata attraverso diverse misure. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento, come la rimozione dei coaguli di sangue o la chirurgia per correggere le valvole venose difettose. Talvolta è necessario il trattamento di condizioni sottostanti come l’ipertensione o il diabete.

Problemi di circolazione: esami da fare

Se sospetti di avere problemi di circolazione alle gambe, il primo passo è consultare un medico. Il professionista medico sarà in grado di effettuare una valutazione accurata e consigliarti gli esami appropriati per una diagnosi precisa. Gli esami comuni includono l’eco-Doppler degli arti inferiori, che valuta il flusso sanguigno, la pressione degli arti inferiori e gli esami ematici per controllare i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue. Un esame fisico completo e una storia medica dettagliata possono anche essere parte integrante della valutazione. Lo specialista che si occupa delle vene e della circolazione sanguigna è l’angiologo.

Integratori per la circolazione delle gambe: i flavonoidi sono tra le sostanze più utilizzate

Integratori per la circolazione delle gambe

Gli integratori per la circolazione delle gambe possono essere un’opzione aggiuntiva per migliorare il flusso sanguigno e alleviare i sintomi associati. Esistono diversi tipi di integratori. Tra le sostanze naturali, troviamo, ad esempio, l’ippocastano, il ginkgo biloba, la centella asiatica e i frutti rossi. L’ippocastano è noto per il suo potenziale effetto vasoprotettivo e può aiutare a ridurre il gonfiore e l’infiammazione. Il ginkgo biloba, invece, può migliorare la circolazione e promuovere la vasodilatazione. I frutti rossi come mirtilli, lamponi e fragole, sono ricchi di antociani, che sono potenti antiossidanti. Gli antociani possono aiutare a migliorare la circolazione sanguigna e a proteggere i vasi sanguigni dai danni ossidativi.

Oltre alle sostanze naturali, ci sono anche sostanze sintetiche utilizzate negli integratori per la circolazione venosa. La diosmina e l’esperidina sono due esempi comuni. Queste sostanze appartengono alla famiglia dei flavonoidi e sono noti per le loro proprietà venotoniche e vasoprotettive. Favoriscono il flusso sanguigno nelle vene e riducono la permeabilità e la fragilità capillare. La diosmina e l’esperidina sono spesso utilizzate in combinazione per migliorare l’efficacia nell’affrontare i disturbi venosi.

Quando prendere gli integratori per la circolazione?

L a decisione di prendere gli integratori per la circolazione delle gambe dovrebbe essere presa in consultazione con un medico. Un professionista medico sarà in grado di valutare la tua situazione specifica e consigliarti sull’opportunità di integrare la tua dieta con questi prodotti. In generale, gli integratori possono essere utili se hai sintomi di scarsa circolazione, ma non sono una cura miracolosa. Sono un complemento e non si sostituiscono a uno stile di vita salutare e non sedentario e ad altre opzioni di trattamento raccomandate dal medico. Solitamente, gli integratori si assumono a stomaco pieno mattina e sera o in un’unica somministrazione giornaliera se formulati a rilascio prolungato.

Integratori per la circolazione delle gambe: non sostituiscono uno stile di vita sano

Come favorire una buona circolazione delle gambe

Oltre all’assunzione di integratori per la circolazione delle gambe, ci sono altri rimedi per favorire il microcircolo. Uno dei modi più semplici ed efficaci è quello di fare esercizio regolarmente. L’attività fisica favorisce il flusso sanguigno e aiuta a mantenere le gambe in movimento. Tra gli sport più adatti al benessere delle gambe si annoverano la camminata veloce, il nuoto e il ciclismo. Altri rimedi includono: evitare di stare seduti o in piedi per lunghi periodi di tempo senza pause, tenere le gambe in alto da sdraiati, evitare di indossare abiti stretti che possono ostacolare il flusso sanguigno, e mantenere un peso sano.

Anche seguire una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura e fibre, ridurre il consumo di sale e limitare l’assunzione di alcol, sono abitudini che contribuiscono a migliorare la circolazione sanguigna. In taluni casi può essere consigliato l’uso di calze graduate, poiché esercitano una compressione graduata sulle gambe, facilitando il flusso sanguigno verso l’alto.

Argomenti